Loading

Nell’universo della contraccezione e dei metodi di prevenzione delle infezioni sessualmente trasmissibili (IST) esistono due dispositivi molto poco conosciuti: il Femidon (o preservativo femminile) e il Dental Dam (lenzuolino per sesso orale).

FEMIDON:

ll Femidon è un vero e proprio preservativo rovesciato che copre tutto il canale vaginale ed esce fuori dai genitali femminili. Non va assolutamente confuso con il diaframma che invece consiste in una piccola cupola di gomma che viene applicata per via vaginale sul collo dell’utero e quindi ha la sola funzione di impedire allo sperma di penetrare all’interno dell’utero stesso e non offre nessuna protezione per le IST.

E’ necessario conoscere bene la modalità per utilizzare il Femidon affinché l’efficacia di prevenzione di IST e gravidanze sia espressa al massimo. Prima di tutto lavarsi accuratamente le mani, poi seguire le istruzioni nell'immagine:

Nota Bene:

--> Non utilizzare il preservativo femminile insieme al condom maschile

--> Non utilizzare più di una volta lo stesso preservativo femminile

--> Non utilizzare il preservativo femminile in caso di evidente lacerazione, rottura o dopo la scadenza

Se correttamente utilizzato il Femidon assicura un’efficacia contraccettiva e di prevenzione che arriva fino al 95%, ma presenta anche altri numerosi vantaggi:

  • A differenza del preservativo maschile, il condom femminile può essere inserito in vagina alcune ore prima del rapporto. Questa caratteristica conferisce una maggior spontaneità al rapporto
  • Esistono differenti dimensioni del preservativo femminile, pertanto la donna può scegliere la variante più adatta all'anatomia del proprio corpo
  • A differenza dei contraccettivi ormonali, il preservativo femminile non richiede prescrizione medica
  • È possibile aumentare la lubrificazione durante il rapporto, applicando lubrificanti a base oleosa od acquosa. L'unico accorgimento è di non utilizzare sostanze oleose in caso si scelgano preservativi femminili in lattice
  • Rispetto al condom maschile, il femidon assicura una maggiore sensibilità all'uomo durante la penetrazione
  • Ha un costo relativamente basso seppur leggermente superiore rispetto ai classici condom maschili
  • Facile conservabilità: i preservativi femminili, specie di nitrile o poliuretano, sono piuttosto resistenti al calore e all'umidità, pertanto non tendono a deteriorarsi con le alte temperature
  • E' ipoallergenico (fatta eccezione per i preservativi femminili in lattice: in tal caso, le donne allergiche al lattice devono preferire altri modelli)
  • Non presenta gli effetti collaterali tipici dei contraccettivi ormonali
  • Per alcune persone l'utilizzo del preservativo femminile può aumentare il piacere sessuale grazie alla presenza dell'anello interno, che stimola i genitali di entrambi i partner
  • Il preservativo femminile può essere utilizzato in gravidanza e dopo il parto
  • Il preservativo femminile può essere utilizzato dalla donna durante il ciclo mestruale

DENTAL DAM

Il Dental Dam (o Oral Dam) consiste in un lenzuolino di lattice - uguale a quello usato dai dentisti - e si utilizza per il sesso orale.

Usare il Dental Dam è semplice, basta stendere il lenzuolino sulla vagina o sull’ano facendo attenzione a coprire bene la parte interessata prima del rapporto orale. Controllare sempre che il lenzuolino non sia deteriorato ed è bene fare attenzione ad anelli e unghie lunghe quando si applica. E' consigliato togliere eventuali piercing dalla lingua che potrebbero romperlo durante il cunnilingus o l'anilingus (rimming).

Il Dental Dam a qualcuna/o può sembrare una precauzione esagerata o forse un modo poco naturale di avere rapporti sessuali, ma si deve sempre tenere presente che infezioni come i condilomi da Papillomavirus, la Sifilide, la Gonorrea o l’Herpes, si trasmettono molto facilmente attraverso i rapporti orali. Questo vale soprattutto nei rapporti occasionali con partner poco conosciuti, ma anche tra partner stabili ad esempio per non rinunciare al sesso in caso di infezioni note e attive o nel periodo del ciclo mestruale.